• Marketing PLV

Bioburden: Idrorepellenza E Pulizia Microbica

Idrorepellenza: essa è richiesta solo nelle chirurgiche di tipo IIR, mentre non è necessaria nel tipo I e nel tipo II.

Alle mascherine chirurgiche sono richiesti altri due requisiti importanti: idrorepellenza e pulizia microbica (bioburden).


Idrorepellenza: essa è richiesta solo nelle chirurgiche di tipo IIR, mentre non è necessaria nel tipo I e nel tipo II.

Il problema semmai è che per idrorepellenza non si intende la resistenza alla goccia o allo spray test. La norma parla di resistenza a una colonna d’acqua alta 160 cm (la EN14683 dice Splash Resistence minimo 16 kPascal). Questo valore non è basso, e non si può accoppiare una membrana, altrimenti non vi è più traspirabilità. Quindi il valore va raggiunto per altra via.  


Per quanto invece attiene la pulizia microbica, occorre che le mascherine siano sostanzialmente “pulite da colonie batteriche” quando estratte dall’imballo sigillato originale. La EN 14683 dice che in quel momento le CFU ovvero Unità Formante Colonie (di batteri) devono essere meno di 30 per grammo di peso della mascherina.


Chi le fabbrica deve avere standard di pulizia, igiene, sanitizzazione nettamente superiori al livello usuale del mondo tessile. Se non si è certi di disporre di ambienti adeguati, personale adeguato, macchinari e attrezzature adeguate, difficilmente si potrà rispettare questo parametro.



37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti